Lettera di accettazione condizionata del debito.

Prima di ritornare ad una vera sovranità popolare (popolo inteso come tutti i cittadini del mondo), riappropriamoci della nostra sovranità individuale.

Siamo ad un punto di non ritorno, è palese che il sistema in cui viviamo si sta sgretolando e vengono alla luce, finalmente, gli inganni, le menzogne e i soprusi sul quale era fondato. Si intravedono così nuove frontiere, nuove opportunità, che sistematicamente susseguono ogni tipo di crisi. Una di queste opportunità è appunto la ricerca e la scoperta delle verità.

Chi sceglie questa via, si assume la responsabilità della propria vita, senza aspettare… (e pagare) intermediari e salvatori, consapevole del fatto che l´unico che può salvarlo e liberarlo è lui stesso.

In paesi come Australia, Inghilterra, Stati Uniti e Canada questa corrente ha condotto molti studiosi alla ricerca pacifica di libertà, ottenendo ottimi risultati, e qui arriviamo appunto alla  dichiarazione di sovranità individuale, che finalmente anche in Italia si sta prendendo in esame.

Thomas Anderson (newensign.christsassembly.com/strawman.pdf), in Australia, è riuscito attraverso la procedura di accettazione condizionata del debito ad ottenere la cancellazione di un debito di 47.000 dollari australiani dalla carta di credito di un amico. Il sig. Anderson, ha condotto ricerche approfondite sul tema della sovranità individuale e attraverso i suoi libri (www.theclassifiedfiles.com) divulga le informazioni utili per svegliarci e ricordarci che: noi non siamo la finzione giuridica (pezzo di carta) il quale nome – scritto tutto in lettere maiuscole – è registrato sul certificato di nascita e in seguito su tutti i nostri documenti.

Tale persona  giuridica, creata dal governo  agisce ed ha la sua funzione per fare affari ed interfacciarsi con un mondo che è gestito da altre entità fittizie ed è indispensabile per mantenere il sitema vigente. Alla luce di questo, è importante che teniamo presente, che ogni volta che noi ci identifichiamo con questa entità fittizia risponderemo degli obblighi, costi, pagamenti, debiti, tasse, multe etc. ad esso relative.


La strada da intraprendere per svincolarsi da questa finzione è quella di autodichiararsi essere umano vivo, in carne, sangue ed ossa, in possesso di sovranità e spirito individuale.

In Italia, attraverso il lavoro di ricerca, informazione e divulgazione, del fondatore e direttore di “www.miglioriamo.it” Italo Cillo, un gruppo di studio si è aperto su questa tematica, un gruppo di pionieri alla ricerca di soluzioni alternative nei cavilli del sistema legislativo italiano, utilizzando le stesse armi legali che lo compongono.

Nello specifico, un esempio di come, la lettera creata da Thomas Anderson e utilizzata da un cittadino italiano, abbia raggiunto il suo scopo:

LETTERA ALL’ISTITUTO DI RECUPERO CREDITI

tempodicambiare/accettazione-condizionata.pdf

RISPOSTA DELL’ISTITUTO, CON RINUNCIA AL CREDITO

tempodicambiare/risposta-rinuncia.pdf

Italo ha studiato e ricercato nell’approfondito lavoro trentennale dell’australiano Frank O’Collins, fondatore di Ucadia (www.ucadia.com) un progetto che coinvolge tutti gli ambiti della società e che mira alla liberazione di ogni individuo attraverso la conoscenza delle regole del sitema in cui viviamo ed attraverso la presa di consapevolezza che possiamo determinare lo svolgersi delle nostre vite in modo sovrano. Questo un esempio del lavoro di O’Collins: vitasuprema.net/dichiarazione-di-sovranita-individuale

Ricordiamoci che il sistema ad aver bisogno di noi, non viceversa. Quello che ci ha tenuti in “scacco” fino ad ora è stato il nostro consenso  o silenzio-assenso, perchè abbiamo sempre creduto di aver bisogno di intermediari, o meglio, ci hanno fatto credere (attraverso la politica, religione, istituzioni, propagande, finanza…) che eravamo incopetenti e incapaci di occuparci di noi stessi, dovevamo essere guidati, educati, indottrinati, protetti, rappresentati… su questo inganno si basano anche le famose bolle papali che hanno contribuito a formare l´attuale sistema di denaro, diritto, politica.

O’ Collins ci informa su come siamo giunti al modello sociale, politico, economico e legislativo attuale, dimostrandoci che a partire dalla “Unam Santam Ecclesiam” di Bonifacio VIII del 18.11.1302, dove si afferma che Dio aveva aveva affidato tutti i titoli e le proprietà della terra al Vaticano, a seguire con “Romanus Pontifex” emanata da Papa Niccolò V l´8.01.1455 dove in sostanza: Dio ha dato tutto il mondo al Papa e il Papa concede pezzi di questo mondo ai Re, ed infine con “Aeternis Regis Clementia” di Papa Sisto IV del 21.06.1481 dove in sintesi si dichiara che è lo Stato che si deve prendere cura di noi (ne abbiamo parlato approfonditamente nel post “Le bolle papali che hanno cambiato il mondo”, n.d.H.)

Questo è il sitema attuale in vigore perchè nessuno ha mai reclamato i propri reali (e regali) diritti e sovranità come individuo libero su questa terra, di fronte a tutte le istituzioni.

Anche Santos Bonacci (sito ufficiale: www.universaltruthschool.com – conferenza: vimeo.com), ricercatore e divulgatore, che si occupa nello specifico delle leggi anglosassoni, è andato all’origine della storia legislativa, cercando le fondamenta  del sistema che ci controlla fin dalla nascita, prendendo in esame quindi l´impero romano e il vaticano, dimostrandoci come all´interno dei tribunali in realtà sia tutto fondato su rituali, regolamenti e codici ecclesiastici, paragonando tutto il processo al sacramento della “confessione”, dove noi ci presentiamo e accusiamo noi stessi (identificandoci con l´entità giuridica fittizia) il sacerdote (giudice) pronuncia l´assoluzione e infine impone la penitenza.

Finalmente stiamo capendo l´importanza e il potere che abbiamo.

Un altro caso interessante da segnalare è quello di Key Thomson che si presenta in aula per rispondere di una multa e di fronte al giudice non accetta di identificarsi con la finzione giurica e presenta un atto legale dove dichiara la sua indipendenza e sovranità: “Denique Ultimatum”.


Questo è il testo della Proclamazione di Sovranità di Key Thompson: tempodicambiare/denique-ultimatum.pdf: il giudice si inchina e abbandona l’aula.

Titolo originale: “Prima di ritornare ad una vera sovranità popolare, riappropriamoci della nostra sovranità individuale”
Estratto da: www.informarexresistere.fr

 Attraverso: Hearthaware blog

hearthaware.wordpress.com

Annunci

5 risposte a “Lettera di accettazione condizionata del debito.

  1. Grandee!! Questo articolo va preso sul serio. E’ il futuro dell’umanità. Informarsi presso tutti i link, divulgare, rendere edotta la coscienza di tutti (a parte quelli dell’èlite che queste cose le sanno bene ma cercano di nasconderle).

  2. Pingback: VOGLIAMO DAVVERO USCIRE FUORI DAL SISTEMA MATRIX ??? | ARMANDO SPEDICATO NEWS·

  3. oltre all’ individualismo che condivido ed è giustissimo, occorrebbe anche fare un referendum dove abolire tutto ciò, visto che ormai la maggior parte delle persone si è svegliata…..——— anche tramite internet cosi si diffonderà nella coscienza collettiva e se ne discuterà fino a quando non verrà alla luce———-sarebbe ancora meglio farlo sul cartaceo, ma facciamo un passo alla volta………..grazie….grazie…….

  4. Pingback: SOVRANITA’ PERSONALE – LINK UTILI | MOVIMENTO DI LIBERAZIONE NAZIONALE DEL POPOLO VENETO·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...