Brzezinski: gli USA non seguiranno Israele contro l’Iran

Zbigniew Brzezinski: gli Stati Uniti non seguiranno Israele ‘come un mulo stupido’

bze

Questa è una dichiarazione importante, perché rappresenta la fazione Brzezinski-Rockefeller, che sostiene Obama. A quanto pare, Rockefeller ha deciso di averne abbastanza non solo dei Bush, ma anche dei Rothschild.

Vi sarà molto a seguire su questo argomento nei prossimi giorni mentre guardiamo il telegiornale.

Pubblicato: 29 novembre 2012, 13:38

Il leader strategico US Zbigniew Brzezinski respinge pressioni israeliane per formare la politica americana di sicurezza nazionale battendo il tamburo di guerra contro l’Iran.Washington non seguirà ciecamente Tel-Aviv se Israele decide di colpire unilateralmente l’Iran, ha detto.

Brzezinski ha detto che non consiglia al presidente Barack Obama di eseguire un’azione militare contro l’Iran se Israele inizia una guerra. L’osservazione è stata fatta in una conferenza ospitata dal National Consiglio iraniano e al controllo degli armamenti Association.

Nel caso in cui Israele attaccherà l’Iran prima che l’Iran attraversi la linea rossa degli Stati Uniti, Zbigniew Brzezinski non crede che ci sia alcun “obbligo implicito” per gli Stati Uniti “a seguire, come un mulo stupido, qualunque sia gli israeliani fanno.”

“Se decidono di iniziare una guerra, semplicemente partendo dal presupposto che ci sarà automaticamente coinvolto in esso, penso che sia l’obbligo di amicizia per dire” non sta andando ad essere decisioni nazionali per noi “, ha dichiarato Brzezinski.

“Penso che gli Stati Uniti hanno il diritto di avere una propria politica di sicurezza nazionale. Penso che la maggior parte degli americani sarebbe d’accordo con questo. E quindi chiarezza su questo tema è importante e soprattutto se ci impegniamo, in modo esplicito e vincolante, per la sicurezza di Israele “, ha detto lo stratega.

Brzezinski ha spiegato che sostiene una formula “destinata a fissare qualsiasi minaccia in un non-minaccia”.

“A meno che non si può convincente sostenere che un paese di 85 milioni di persone (l’Iran ha una popolazione di 78 milioni di euro – RT) non è priorità più alta che un atto di suicidio collettivo. E io non credo che sia sostenuta da alcuna prova, ” Brzezinski razionalizzato.

Negli ultimi mesi l’amministrazione Obama è stata confutare tutti i tentativi di Israele per disegnare gli Stati Uniti in una operazione militare contro l’Iran. Washington ha avvertito non una volta che, in caso Tel Aviv sceglie di fare l’attacco contro gli impianti nucleari iraniani da solo, avrebbe dovuto affrontare le conseguenze lungo.

Il presidente Barack Obama ha dichiarato che pone le sue speranze con le sanzioni paralizzanti internazionali imposte alla Repubblica islamica iraniana.

Nonostante la fermezza di Washington sulla questione iraniana, il premier israeliano Benjamin Netanyahu continua a chiedere un’azione militare contro Teheran.

‘Gli americani hanno eletto Obama proprio perché è pacifico’

Jamal Abdi, che è Direttrice della Nazionale iraniana Council, ha detto a RT che Barack Obama si è impegnato a diplomazia la questione iraniana. Minacce di politici di destra filo-israeliani falchi che sono state dirette contro il sostegno di Obama per la diplomazia Iran queste elezioni passato ” si è rivelata una tigre di carta “.

Nonostante una forte lobby filo-israeliana a Washington, con Barack Obama torna alla Casa Bianca, Israele non può contare sul sostegno incondizionato militare dall’America contro l’Iran, ha detto Abdi.

Egli ha sottolineato che alle elezioni presidenziali “il popolo americano davvero votato per il candidato che ha promesso di utilizzare effettivamente i negoziati, per il candidato che ha parlato contro la guerra.”

Abdi ha ricordato che premier israeliano Benjamin Netanyahu, un sostenitore feroce di un’azione militare contro l’Iran, in realtà intervenuta nelle elezioni presidenziali americane.

“E ‘andato sui canali televisivi nazionali in vista delle presidenziali americane] [elezioni e praticamente è venuto fuori contro Obama. E Bibi perso quella battaglia, ” ha detto Abdi.

Dopo aver puntato sul cavallo sbagliato, “Netanyahu deve ricalcolare”, ha spiegato Abdi. Ma il presidente Obama affronta lo stesso problema, perché ha bisogno di trovare una politica che gioverebbe a tutti nel prevenire una guerra, “invece di cercare di assecondare questo sostiene la linea dura, la politica molto di destra guidato da alcuni pro-Israele gruppi di pressione.”

Eppure, Jamal Abdi ritiene che un attacco contro l’Iran sia una vera opzione.

“Fino a quando la ‘pressione solo’ politica continuano a dominare e minare la diplomazia, fino a quando le sanzioni continuano ad essere uno spoiler in un processo diplomatico e limitare la possibilità di trovare un accordo che risolve questi problemi – che finalmente sta per finire in una guerra, ” Abdi ha riassunto.

fonte: http://jhaines6.wordpress.com/2012/11/30/us-wont-follow-israel-like-a-stupid-mule-brzezinski/

Tratto da: http://www.iconicon.it/ 

Annunci

2 risposte a “Brzezinski: gli USA non seguiranno Israele contro l’Iran

  1. la soluzione si trova in un trattato di pace di accordi e di scambi che aiutino entrambi…..la guerra è inutile oltre che spietata ormai si è capito…….pace…pace…pace…

  2. Pingback: Benjamin Fulford – Aggiornamento 3/12/2012 « lo specchio del pensiero·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...