Alcuni arresti importanti

Ex presidente filippino arrestato per furto di fondi

5/10/2012

L’ex presidente delle Filippine, Gloria Macapagal Arroyo, giovedì è stata arrestata in un ospedale per aver impiegato in modo improprio milioni di dollari dai fondi della lotteria.

Arroyo, che è un membro del Congresso, “è ora in stato di arresto, sotto la custodia della polizia nazionale filippina”, ha detto il sovrintendente Joel Coronel dell’unità di polizia giudiziaria del Paese, secondo il sito di informazioni Philippine Star.

Presidente dal 2001 al 2010,Arroyo, 65 anni, è accusata di furto con l’accusa di aver cospirato per rubare 365 milioni di pesos – circa 7 milioni di euro – dal fondo della lotteria per suo guadagno personale, ha riferito il quotidiano Philippine Daily Inquirer. Il reato non prevede cauzione e comporta la pena massima dell’ergastolo.

Coronel ha osservato che Arroyo era sotto cure mediche presso il Veterans Memorial Medical Center a Quezon, dove “era distesa sul letto con una flebo”, secondo l’Inquirer. Arroyo soffre di una patologia legata alla colonna vertebrale e necessita di regolari trattamenti in ospedale.

“L’ex presidente sarà trattenuta qui questa notte”, ha detto.

L’arresto di giovedì è il terzo fermo per Arroyo. Ha trascorso otto mesi in carcere con l’accusa di frode elettorale prima di essere rilasciata nel mese di luglio.

In precedenza, Arroyo ha detto che le accuse sono motivate politicamente e fanno parte di una campagna contro di lei, orchestrata dal presidente Benigno Aquino.

The Epoch Times è pubblicato in 19 lingue e in 35 Paesi. 

Articolo in inglese: Former Philippine President Arrested for Plunder

Maldive, arrestato l’ex presidente Nasheed

È accusato di abuso di potere durante il suo mandato

 

12/10/2012
L’ex presidente delle Maldive, Mohamed Nasheed, è stato arrestato dalla polizia, una settimana dopo il suo rifiuto di comparire davanti a un tribunale con l’accusa di abuso di potere durante il suo mandato. Lo ha annunciato il partito democratico delle Maldive, Mdp, all’opposizione. «Il presidente Nasheed è stato arrestato e lo stanno portando fuori da Fares-Mathoda», ha scritto su Twitter un portavoce del suo partito, Hamid Abdul Ghafoor, da un atollo nel sud dell’arcipelago. Aminath Shauna, braccio destro dell’ex presidente, ha aggiunto che la polizia ha fatto irruzione nella residenza dove Nasheed si trovava senza preavviso e che anche due parlamentari, Imthiyaz Fahmy e Ilyas Labeeb, e l’ex ministro Mohamed Aslam sono stati arrestati.

Tratto da:  http://www.corriere.it/esteri

 

Arrestato importante Capo di una banca cinese per corruzione

8/01/2012

Arrestato per corruzione Tao Liming, amministratore delegato della Postal savings bank of China (Psbc), la sesta più grande banca commerciale cinese. L’arresto ufficiale è avvenuto a fine dicembre, dopo aver passato vari mesi in detenzione.

Le accuse includevano l’emanazione di prestiti illegali, la ricezione di tangenti e la raccolta illegale di fondi, secondo l’Oriental Morning Post.

L’11 giugno 2012, il China Post e la Psbc hanno emanato simultaneamente una dichiarazione annunciando che Tao Liming, amministratore delegato, e Chen Hongping, direttore delle operazioni bancarie della Psbc, stavano aiutando le autorità nell’indagine sui loro stessi illeciti finanziari.

Nessun’altra notizia su Tao e Chen fino al 6 luglio, quando un insider ha detto all’Oriental Morning Post che Chen Hongping “era già stato arrestato”; nessuna notizia sulle indagini è poi apparsa, prima di adesso.

Un articolo del New Century Weekly ha indicato che la Psbc avrebbe emanato illegalmente prestiti per progetti di costruzione per il dipartimento delle autostrade dell’Hunan tra il 2009 e il 2010, in affari in cui era coinvolto anche il fratello minore di Tao. Il fratello di Tao è sotto indagine per aver riscosso tangenti fino a circa 1 milione 200 mila euro, relative al suo lavoro di negoziazione di contratti per l’autostrada ad alta velocità nell’Hunan.

Informazioni ottenute in un caso di corruzione separato di Chen Mingxian, ex vice direttore e poi segretario del Partito nel Dipartimento dei Trasporti provinciale dell’Hunan, hanno rivelato un intermediario che ha fornito indizi sul caso di Tao Liming, secondo China Business. Chen è sotto indagine per appalti e offerte di costruzione di autostrade discutibili.

Oltre alle accuse per i prestiti illegali, Tao Liming è accusato di corruzione per abuso del tasso di interesse interbancario. Un insiderdel settore ha rivelato all’Oriental Morning Post che dato che la Psbc solitamente ha più risparmi che prestiti, altre istituzioni finanziarie l’hanno considerata come il loro creditore principale.

L’arresto di Tao Liming potrebbe indicare che nella lotta alla corruzione nel settore finanziario potrebbero essere richiesti degli scalpi di alto rango. Wang Qishan, il nuovo capo dell’anti corruzione, è esperto in economia e finanza e la sua nomina a capo della Commissione centrale per l’ispezione disciplinare è stata vista da alcuni come indicazione che il settore finanziario sarebbe stato preso di mira.

Da un altro lato, le indagini e gli arresti per corruzione sono stati da lungo tempo uno stratagemma del Partito comunista per inserire i propri favoriti o liberarsi di nemici politici. In Cina non è chiaro a quale delle due cose attribuire la caduta di Tao Liming.

Tratto da: http://epochtimes.it/new 

Una risposta a “Alcuni arresti importanti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...