Dimensioni Impercettibili (Parte 2 di 7) – Interazioni con Creature Multidimensionali oltre i confini dei Piani di Esistenza

sun-web1Dietro un’invisibile linea di confine situata tra le mura dello spazio e del tempo, si nasconde un mondo infinito composto da interminabili piani di esistenza. Come un albero senza fine, esso si espande oltre i limiti della nostra immaginazione, gremito da una distesa di rami pieni di forme di vita. Questi infiniti rami, suddivisi in livelli, si propagano oltre la soglia dell’impensabile, formando le dimensioni.

L’insieme dei piani esistenziali costituisce un percorso di vita interminabile nel quale le anime delle creature, fisiche o astrali, hanno la possibilità di evolvere e di “creare”. Un viaggio che si inoltra tra sconfinate esperienze, guidate da continue scelte di coscienza, utili ad arricchire lo spirito degli elementi in gioco che a seconda dei passi che compiono determinano la propria destinazione, il proprio destino.

Pensare ad un “aldilà” come una lontana ed unica meta da raggiungere crea un concetto distorto, senza vie d’uscita per chi tenta di identificarne una precisa collocazione, allontanando inesorabilmente la percezione umana ad una distanza incolmabile tra il nostro mondo e le dimensioni che ci circondano. L’aldilà fa parte anch’esso della vita cosmica e non è altro che il percorso stesso che assume “spessore” tra le dimensioni; pertanto l’aldilà non sarebbe rappresentato soltanto dalla cima di questo infinito albero, ma dall’insieme completo dei suoi rami, i livelli di esistenza.

Molte entità extraterrestri multidimensionali, tra cui anche quelle che da sempre ci osservano qui sulla Terra, fanno parte di quelle dimensioni ed hanno la possibilità di “manipolare” i sottolivelli confinanti ai loro, interagendo fisicamente col nostro piano di esistenza. Da diversi anni infatti è in atto da parte “Loro” un vero e proprio “intervento mirato” qui sul nostro pianeta ma soprattutto essi stanno mostrando grande “interesse” nei confronti della nostra stella.

Enormi “pianeti artificiali”, appartenenti di certo ad entità di un livello dimensionale piuttosto elevato, stanno manipolando le dinamiche dei processi di fusione termonucleare del Sole, probabilmente per migliorare (per quanto sia possibile) le condizioni ambientali sulla Terra, tentando di assestare al meglio un clima che sta sempre più degenerando sul nostro pianeta. Questo peggioramento è dovuto ad un misterioso e continuo indebolimento anomalo del campo magnetico terrestre e relativa accelerazione dello spostamento dei poli magnetici.

Gli extraterrestri stanno aiutando l’umanità, cercando di rimanere sempre nell’ombra. Da un certo punto di vista noi potremmo essere sotto il dominio (custodia) di queste entità provenienti da un piano astrale parallelo al nostro piano fisico. Ma potrebbero non essere i soli ad interagire col nostro mondo. Molti di noi sono convinti di conoscere tante cose sui “Grigi” (o tipo “Alfa”, razza aliena così classificata dall’ufologo statunitense Brad Steiger), ma in realtà sono troppe le teorie che da decenni portiamo avanti e nessuna di queste ci ha mai definitivamente chiarito chi davvero siano queste entità misteriose. Potrebbero essere “soldati”, che agiscono per volere di un “qualcuno” posto su di un livello dimensionale più elevato, oppure dei cloni utilizzati come avatar per poter interagire col nostro mondo, o semplicemente entrambe le cose. Per “avatar” si intende un corpo materiale che viene assunto da parte di uno spirituale, in breve sarebbe la “concreazione” materiale di un spirito. Di sicuro ci sono troppe sfumature da analizzare e non è semplice capire totalmente cosa si nasconda dietro queste entità.

Foto sopra: un UFO fotografato vicino al Sole

Tuttavia l’essere umano percepisce limitatamente alla gamma di ricezione dei propri sensi, può solamente “indovinare” l’esistenza di qualcos’altro. Gli organi di senso sono strutture fisiche presenti nei corpi degli esseri viventi che servono a ricevere informazioni dal mondo circostante. Mentre viene definita “percezione extrasensoriale” ogni ipotetica percezione che non può essere attribuita ai cinque sensi. Pertanto esistono canali di “informazione” estranei, del tutto sconosciuti alla nostra scienza, che possono venire utilizzati da altre forme intelligenti appartenenti a dimensioni relativamente vicine a noi.

Questi canali, a noi sconosciuti, vengono spesso descritti come ipotetici linguaggi telepatici, ma potrebbe trattarsi di una sorta di comunicazione ben più profonda che scorre attraverso le “sensazioni” dell’anima (volontarie ed involontarie), un linguaggio superiore! Quindi non un canale collegato al pensiero, ma piuttosto connesso alla coscienza, che funziona in modo naturale in un completo stato di armonia. Questo concetto può infatti rappresentare un motivo valido a sostegno di come certe entità extraterrestri non possano assolutamente essere ostili, essi non possiedono geneticamente il “male”, possono quindi coesistere in totale armonia. Se mai vi fosse in loro un istinto malvagio verrebbe “percepito” all’istante. Questo è il motivo per cui loro sanno bene chi noi siamo, essi percepiscono le nostre sensazioni.

Il “piano di esistenza” è una regione dell’Universo, i cui materiali e le cui materie sono derivate da una classe particolare di unità elementari. Tutti i piani di esistenza sono attorno a noi, non dobbiamo disconnettere ciò che è materiale dal mondo degli spiriti. Immense meraviglie ci circondano, ma di tutto questo non siamo consci. Per ogni piano di esistenza l’individuo ha dei veicoli e, per ogni veicolo o corpo, possiede dei sensi; ma dove i sensi sono sopiti, la coscienza non lavora e non progredisce. Questo è il motivo per cui l’essere umano non percepisce molto di più di quanto non rientri nel ristretto campo percettivo dei propri sensi fisici.

Il mondo astrale è sicuramente molto simile a quello fisico, molti “veicoli astrali” ricalcano esattamente quelli fisici. Immaginare ancora oggi delle entità extraterrestri come esseri che vengono semplicemente da un altro pianeta, che sono tecnologicamente più avanti di noi e che hanno attraversato migliaia di anni luce per raggiungerci non può che rendere limitata la percezione dell’uomo. La realtà è che queste entità appartengono sicuramente ad un piano di esistenza differente dal nostro che si trova molto più vicino di quanto si possa immaginare. Un piano fisico di tipologia terrestre, quindi simile al nostro, esiste certamente in tanti altri luoghi tra le svariate galassie, e di mondi simili al nostro ce ne saranno un numero infinito nelle profondità del cosmo.

Da uno dei siti ufficiali NASA è tratta questa immagine davvero singolare nella quale attorno al Sole si vedono “parcheggiate” enormi sagome che prima, non erano presenti. Di cosa si tratta? Astronavi aliene accanto al Sole?

Ma questo è un altro discorso, che probabilmente non ha nulla a che fare con gli “Osservatori Extraterrestri” che da sempre ci monitorano. Ci definiamo “terrestri” perché abitiamo la Terra, ma l’Universo è sicuramente pieno di esseri umani con le nostre stesse caratteristiche. Sappiamo bene che siamo solo di passaggio su questo mondo e le prossime destinazioni saranno nuove esperienze attraverso nuovi piani di esistenza, fisici, astrali o di chissà quale altra tipologia, un percorso che dipende sicuramente dall’evoluzione della propria anima.

Se qualcuno di noi, qui nel piano fisico, è già riuscito a sviluppare un grado di “sensibilità” elevato rispetto alla media e che quindi è in grado di “comprendere” l’anima di una creatura, riuscirebbe a farlo con molta più facilità su di un piano astrale dove, non solo capirebbe “l’elevatura” di una creatura, ma ne comprenderebbe il “sentimento” del momento, proprio come le entità extraterrestri comprendono i nostri. In base a questo essi sanno come interagire col nostro mondo, mantenendo integro quel “controllo” che da sempre “veglia” su di noi.

Questo concetto è utile per cercare di intuire pienamente quanto queste svariate entità multidimensionali che interagiscono col nostro mondo, siano degli esseri spiritualmente superiori a noi, che si muovono tra infinite dimensioni impercettibili, ma raggiungibili…se si è capaci di sviluppare un elevato grado di coscienza interiore.

L’idea dell’esistenza di una o più “razze aliene” provenienti da altri pianeti e che potrebbero un giorno sbarcare sulla Terra è un concetto superato, incompleto. Attorno a noi, tra le dimensioni, si evolve un sofisticatissimo organigramma composto da entità e creature intelligenti extraterrestri/multidimensionali che svolgono precisi compiti legati alla “Manipolazione” e alla “Creazione”, una “gestione totale” dei sottolivelli dimensionali a Loro appartenenti che si concatena all’infinito. Non esiste un solo ed unico Creatore o Dio, ma un intreccio senza fine di piani di esistenza ricchi di vita cosmica.

Scritto da Dan Keying

Per Segnidalcielo.it

 

3 risposte a “Dimensioni Impercettibili (Parte 2 di 7) – Interazioni con Creature Multidimensionali oltre i confini dei Piani di Esistenza

  1. Scrivo direttamente a te, tu che gestisci questo sito, potrei “parlarti” di un qualcosa di simile accadutomi, nessuno mi ha ancora dato “un parere” in merito, perlomeno nessuno ha saputo farlo, potresti dirmi dove posso scrivertI, senza procurarti fastidi, te ne sarei grato.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...