LA calma prima della tempesta solare? Le preoccupazioni degli scienziati

sole-senza-macchie-01La NASA avverte: qualcosa di inaspettato sta accadendo al Sole. Il 2013, secondo gli esperti dovrebbe essere l’anno del “massimo solare”, eppure le immagini satellitari mostrano un attività solare incredibilmente calma, tanto da lasciare gli scienziati sconcertati.

“Il numero delle macchie solari è ben al di sotto dei valori attesi nel nuovo ciclo undecennale cominciato il 2011 e le eruzioni solari sono diventate meno frequenti”, spiegano alla Nasa. Gli esperti si interrogano sul significato dello strano comportamento del Sole e in molti si chiedono se alla NASA non stiano semplicemente sbagliando la valutazione del fenomeno.

 

Tuttavia, come riporta il Daily Mail, il fisico solare Dean Pesnell del Goddard Space Flight Center crede di avere una spiegazione diversa. “Questo è il massimo solare”, spiega il fisico. “Ma è diverso da come ce lo aspettavamo. Gli ultimi due massimi solari, quelli del 1989 e del 2001, hanno avuto non uno, ma due picchi: l’attività solare si intensificò, poi diminuì rapidamente per poi impennarsi di nuovo. Si tratta di un mini-ciclo durato circa due anni”.

Gli ultimi due massimi solari, quelli del 1989 e del 2001, hanno avuto non uno, ma due picchi: l’attività solare si intensificò, poi diminuì rapidamente per poi impennarsi di nuovo. Si tratta di un mini-ciclo durato circa due anni”.

La stessa dinamica potrebbe ripetersi anche adesso, con un aumento delle macchie solari a partire dal 2011 e una diminuzione nel 2012. L’immagine in basso mostra la superficie del Sole ripresa il 28 febbraio 2013 dal Solar Dynamics Observatory della NASA. Si intravedono poche macchie solari su uno sfondo altrimenti pulito, solitamente pieno di punti scuri durante un picco di attività solare.

sole-senza-macchie-02.jpg

Pesnell si aspetta un rimbalzo nel 2013. “Credo che avremo un altro picco nel 2013 e un’ultima impennata nel 2014”. Se il ciclo attuale sarà simile agli ultimi due, è anche possibile un picco per la fine del 2013 e un altro durante il 2015.

Insomma, sembra che ci troviamo nella “quiete prima della tempesta”. Molti studiosi sono convinti che il picco del 2013 potrebbe essere particolarmente intenso. Preoccupano l’eventuale conseguenza di una “tempesta solare perfetta” e il buco rilevato nella magnetosfera terrestre.

Tratto da: http://ilnavigatorecurioso.myblog.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...