Il grillino Sibilia umilia il “signor Letta” sul signoraggio bancario

images24-300x120

Il deputato del Movimento 5 Stelle incalza il premier anche sul debito pubblico e nel corso del suo intervento si rivolge più volte a lui chiamandolo “signor Letta”. La vicepresidente della Camera, Marina Sereni, interrompe l’esponente grillino e lo invita a rivolgersi al presidente del Consiglio “in maniera appropriata”
C.N. – 22 Maggio 2013 – Il parlamentare Carlo Sibilia del Movimento 5 Stelle ha tenuto un discorso in Parlamento che ha molto messo in imbarazzo il premier Enrico Letta per tutto ciò che riguarda il signoraggio bancario, Mes e debito pubblico, esordendo così: “Mi spiega qual è il nesso tra banche e stati oggi Sig letta ?

mi spiega qual è questo nesso se la banca centrale europea è di fatto di proprietà delle banche centrali nazionali? Diremmo benissimo se le banche centrali nazionali fossero di proprietà dei cittadini, dello stato. peccato però che le banche centrali nazionali siano, di fatto, banche di proprietà di istituti di credito PRIVATI”.

“L’esempio è la banca d’Italia  – spiega Sibilia – che non è di proprietà dei cittadini italiani come il nome potrebbe lasciar pensare, ma bensì di proprietà di Intesa San Paolo, MPS, Unicredit, assicurazioni generale, tutte spa. Tutte trasparentemente elencate sul sito della Banca d’Italia. Quindi è come dire che dei soggetti privati siano proprietari della nostra moneta e ce la prestino richiedendola indietro con interesse”.
“Ma se la moneta è dei cittadini, degli stati – si chiede il deputato grillino – allora perché ce la prestano? ha mai sentito parlare di signoraggio bancario sig. Letta? ne parlate mai alle riunioni del club Bilderberg? club di cui lei, il suo predecessore Mario Monti, Emma Bonino guarda caso suo ministro degli esteri e Mario Draghi guarda caso direttore della Bce fate parte”.
“Gli istituti privati  – prosegue Sibilia – stampano moneta cedendola in prestito e richiedendone restituzione con interesse per creare questa spirale di stritolamento che si chiama debito. Il consiglio europeo è responsabile di un Europa non fondata sui diritti, non fondata sulla solidarietà tra i popoli, ma di un Europa fondata sul debito. Debito come strumento di schiavitù degli stati”.
“Dica questo al presidente Van Rompuy – suggerisce il parlamentare in occasione dell’incontro di Letta a Bruxelles – E poi chi è questo Van Rompuy? chi lo ha eletto? io so che lei lo conosce sig. Letta perché anch’egli guarda caso è parte del club Bilderberg. ma sappia che i cittadini italiani non sanno per nulla chi sia e da dove venga questo personaggio che non è mai stato eletto in nessuna elezione nazionale e presiede un organismo che condiziona gran parte delle scelte dei cittadini europei e di tutto il mondo”.
“Si ricorda il tormentone “ce lo chiede l’europa” – chiede il grillino al premier – bene allora dica a van Rompuy che “glielo chiede l’Italia” , dica da parte nostra che l’Italia rifiuta il MeccanismoEuropeodiStabilità mostro giuridico e anticostituzionale!, dica da parte nostra che riteniamo questa politica di scatole cinesi, austerithy, fiscal compact, patto di stabilità: non essere la politica dell’Italia!”
“Dica da parte nostra  – incalza Sibilia – che l’Italia ha bisogno di visione politica e non di riforme imposte dall’europa come egli stesso auspicava, dica che, in merito all’evasione fiscale, ci prenderemo subito gli 80 miliardi evasi dal circuito delle slot machine, dica che sigleremo convenzioni in favore della trasparenza bancaria con i paradisi fiscali di tutta Europa che generano evasione per decine di miliardi di euro e con i quali siamo stati sempre fin troppo tolleranti se non protettivi, dica che ripristineremo il reato di falso in bilancio”.
“Sig. Letta  – prosegue – lo sappiamo che lei non dirà mai nulla di tutto questo a Van Rompuy, non per una questione di coraggio quello forse, se è lì dov’è, non le manca, ma perché da oltre 15 anni l’Italia che avete costruito voi partiti PD e PDL, ormai modello Unico è diventata un servile scendiletto dei banchieri di tutta europa. ma sappia, sig Letta, che i cittadini italiani qui fuori vorrebbero che lei dicesse ciò le abbiamo suggerito noi. Adesso – conclude Sibilia – pensi a quello che ha in mente di dire Lei domani (oggi ndr) e ne tragga le sue conclusioni”.
Tra l’altro, nel corso del suo intervento, Sibilia si rivolge più volte al premier chiamandolo “signor Letta” e la vicepresidente della Camera, Marina Sereni, interrompe l’esponente grillino e lo invita a rivolgersi al presidente del Consiglio “in maniera appropriata”.
Ecco il video dell’intervento
Annunci

11 risposte a “Il grillino Sibilia umilia il “signor Letta” sul signoraggio bancario

  1. Veramente si erano dati da fare fin dall’inizio, vi assicuro che di proposte ne hanno fatte tante, solo che i media, tutti!, volevano che apparissero come interessati solo agli scontrini e incapaci di collabiorare. MENZOGNE! i prego di lasciar perdere i media e di seguire su internet il lavoro dei 5 stelle!

  2. E’ stato veramente GRANDE! Alla faccia di tutta la m…a che hanno buttato addosso a queste persone, chi altro ha avuto il Coraggio di parlare apertamente e dire la verità in questo modo? NESSUNO.
    Torno a riferirmi ai cosiddetti ‘giornalisti’, che si potrebbero chiamare in 1000 modi tranne questo!, ma dove sono gli articoli relativi al discorso del deputato Sibilia di DENUNCIA della terribile situazione nella quale tengono la gente all’oscuro? DOVE SONO? Sapete solo scrivere falsità, asserviti ed impauriti dal potere, ma non provate vergogna?… Avete figli? e’ così che li crescete? nella menzogna? che la Luce trasmuti il vostro vecchio Io, per far posto al Divino che c’è in ognuno di voi…
    Così e’….

  3. E’ disarmante vedere come le scempiaggini di Sibilia vengano percepite come “verità”, tanto da essere acclamate e festeggiate da così tante persone (si vedano i profili Facebook che rimbalzano il filmato di bacheca in bacheca).

    In realtà Sibilia ci fa la figura dell’ingenuotto, per non dire del povero boccalone. Parla di signoraggio nella peggiore accezione complottista del termine, senza neppure capire il collegamento tra quello che lui vorrebbe dire ed il testo del provvedimento in discussione.

    Che questa confusione e questo sfoggio di ignoranza la faccia un ragazzotto inesperto come lui (che non molto tempo fa si era distinto per un’altra gaffe, con la quale diceva che per fare un governo la costituzione non prevede alcuna maggioranza…) ci può anche stare. Ci sta meno, invece, che tanti lettori (ed elettori) si facciano ingannare così facilmente come lui, arrivando ad innalzarlo a paladino della “verità”, quando invece non ha fatto altro che dare voce a bufale prive di senso e significato.

    Per chi volesse rendersi conto della portata delle bufale proferite da Sibilia, consiglio queste letture:
    http://www.giornalettismo.com/archives/944947/signoraggio-carlo-sibilia/
    http://www.giornalettismo.com/archives/803925/lanalfabetismo-costituzionale-di-carlo-sibilia/
    http://phastidio.net/2007/12/31/tutto-quello-che-avreste-voluto-sapere-sulla-banca-ditalia-ma-non-avete-mai-osato-chiedere/
    http://phastidio.net/tag/signoraggio/

  4. MAMMA MIA! Ma questo ne prende tanti di soldi eh!!! Senti Meristo Santerni, ringrazia Dio di campare pagato con i nostri soldi per un lavoro veramente bieco, e chiedi perdono al tuo Divino, perché momentaneamente devi dimenticarti di Chi Sei, e scendere così in basso per servire l’Uno….anche questo serve ragazzi!

  5. Scusatemi se non mi sorge dal cuore un commento di luce e amore ma una domanda mi che mi assilla spontanea: chissà se la mamma di costui ( M. S.) ha anche figli normali ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...